Uncategorized

TIM, Bassanini, Tiscali, 5G, Fastweb, FWA

Le dichiarazioni speculari (di vivendi ed elliott) che esprimono apprezzamento per l’uscita di Genish (buonuscita transata a 4,2M) lasciano intendere che una pax tra gli azionisti di TIM è stata raggiunta. Al suo posto Cadoret, Canal Plus, tanta competenza TMT, ma zero poteri.
Bassanini dichiara che avere la proprietà della rete non è piu’ necessario visto che si susseguono accordi di coinvestimento tra operatori. Se soltanto quella rete non fosse garanzia di un gigante indebitamento, avrebbe certamente ragione.
Tiscali conferma il duo Trondoli/Soru ma precisano che il board è “a maggioranza femminile” (+10k clienti grazie all’accordo con OF).
Il “Capo politico” del M5S prende le distanze dal gruppo di deputati pentastellati che chiesero di sospendere sperimentazioni 5G a Torino.
Fastweb annuncia sperimentazione 5G FWA su Biella e Bolzano (la intro su Golden Power e Samsung rende notiziabile il comunicato)

 

 
TLC: BASSANINI, PROGETTO RETE UNICA DEVE SEGUIRE LOGICHE MERCATO
(Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) – Roma, 27 giu – “Governo e Parlamento spingono nella direzione della rete unica, ma il processo e’ complicato e bisogna seguire le logiche di mercato. La scelta devono farla gli azionisti. A loro spetta valutare se ci sono le condizioni”. Cosi’ il presidente di Open Fiber, Franco Bassanini, sul progetto della rete unica tra Tim e Open Fiber. “Una cosa a mio avviso significativa che non e’ stata notata abbastanza – ha aggiunto Bassanini – e riguarda due vicende di mercato : Vodafone e Tim hanno deciso di mettere insieme le loro torri cosi’ come hanno fatto Wind e Fastweb. E’ caduto uno dei pregiudizi del settore: avere una rete di proprieta’. Se questo e’ vero nel mobile, forse lo e’ ancora di piu’ nel fisso”, ha concluso Bassanini.
TIM: VIVENDI, BENE COOPTAZIONE CADORET, ORA ASPETTIAMO ALTRI ANNUNCI POSITIVI
(Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) – Roma, 27 giu – “L’annuncio di oggi di Tim sulla sua corporate goverance e’ un segnale positivo”. Cosi’ un portavoce di Vivendi commenta l’avvicendamento all’interno del cda del gruppo tra il consigliere dimissionario Amos Genish, ex ad di Tim, e Frank Cadoret, proveniente da Canal Plus, cooptato nel board. “Stiamo andando nella giusta direzione. Ci aspettiamo – aggiunge il portavoce – altri annunci positivi nelle prossime settimane”.
 
TISCALI: ASSEMBLEA ELEGGE CDA, TRONDOLI PRESIDENTE E SORU A.D.
(Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) – Milano, 27 giu – L’assemblea degli azionisti di Tiscali ha eletto il nuovo cda, composto da Alberto Trondoli, Renato Soru, Manilo Marocco, Sara Polatti, Anna G. Belova, Patrizia Rutigliano e Federica Celoria. Tutti i consiglieri erano stati candidati da Soru e dalla Amsicora di Claudio Costamagna, che detengono il 29,9% del capitale. La lista ha ottenuto il 99,99% dei voti degli intervenuti in assemblea. Il nuovo board, nota la societa’, ‘e’ a maggioranza femminile’. Il nuovo cda ha quindi nominato Trondoli presidente e confermato Soru amministratore delegato. Trondoli e Soru, si legge in una nota, ‘lavoreranno a stretto contatto per garantire alla societa’ le migliori condizioni per il suo rilancio’.
TLC: M5S, POSIZIONI PERSONALI ‘NO 5G’ VANNO CONTRO LINEA GOVERNO E CAPO POLITICO
‘Da mesi stiamo lottando contro le fake news che circolano’ (Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) – Roma, 27 giu – ‘Le posizioni ‘no 5G’ eventualmente espresse da alcuni membri del Movimento 5 Stelle sono totalmente difformi e contrarie rispetto alla linea del Governo, del Movimento, dei componenti eletti della commissione Trasporti e del capo politico”. Lo ribadiscono in una nota i deputati M5S della commissione Trasporti e Telecomunicazioni della Camera. “Da mesi – aggiungono – stiamo lottando contro le ‘fake news’ che circolano intorno a questo argomento, dispiace constatare che queste vengono alimentate utilizzando anche impropriamente il nostro nome e/o simbolo per meri scopi pubblicitari’. Tutti i componenti della Commissione, si legge ancora nel comunicato, “si dissociano fermamente dalle suddette iniziative personali di alcuni deputati e che gli esponenti M5S che partecipano lo fanno esclusivamente a titolo personale’. Con tali iniziative, viene inoltre puntualizzato, “si dimostra di non conoscere i limiti di esposizione fissati per legge, che vedono il nostro Paese a quota 6 V/m tra quelli con i valori piu’ bassi di emissioni al mondo. E di ignorare anche il programma del Movimento sulla materia che, in linea con le indicazioni della Commissione Europea, prevede la copertura 5G su tutto il territorio italiano entro il 2025′.
 
FASTWEB: SODDISFAZIONE PER OK CDM AD COLLABORAZIONE CON SAMSUNG NEL 5G
A fine luglio avviata implementazione a Bolzano e Biella (Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) – Milano, 27 giu – In merito alla decisione del CdM sull’esercizio della Golden Power sulla collaborazione tra Fastweb e Samsung Electronics per la realizzazione di una rete 5G FWA Fastweb esprime “soddisfazione per il via libera dato al progetto confermando di essere pronta all’applicazione dei piu’ elevati livelli di controllo sul fronte della Cybersecurity”. Cosi’ una nota di Fastweb. La societa’ rileva che rispetto alle prescrizioni in tema di sicurezza indicate dal Consiglio dei Ministri ha gia’ implementato tutte le misure richieste e di esser pertanto pronta ad avviare l’implementazione della rete a partire da fine luglio nelle citta’ di Bolzano e Biella. Ieri il Consiglio dei ministri ha deliberato l’esercizio dei poteri speciali, nella forma dell’imposizione di specifiche prescrizioni, in relazione all’accordo tra Fastweb e Samsung Electronics per la progettazione, fornitura, configurazione e manutenzione di apparati software relativi alle componenti radio e core network necessari alla realizzazione della rete 5G Fixed Wireless Access nelle citta’ pilota di Bolzano e Biella.
Una mozione M5S per monitorare l’esperimento 5G I1 consigliere del M5S Aldo Curatella ha presentato alla Camera dei Deputati la mozione che chiede di tutelare i cittadini dalla sperimentazione del 5G, cavallo di battaglia della giunta Appendino. «A Torino chiedo una rete di monitoraggio dei campi elettromagnetici, a livello nazionale l’abrogazione di un articolo del decreto Monti che impedisce la verifica dei valori di esposizione».

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...